Protezione strutture

Prevenire il degrado strutturale in modo efficace

Il degrado strutturale degli impianti industriali può essere provocato da usura e deterioramento nel tempo ed è un problema molto serio, che può avere delle ripercussioni a livello economico e sulla produttività dello stabilimento.

Prevenire il degrado strutturale è, dunque, essenziale per salvaguardare l’edificio, aumentare la longevità delle strutture, e garantire funzionalità, sicurezza ed efficacia operativa e produttiva dello stabilimento.

Per prevenire il degrado delle strutture, la manutenzione degli impianti industriali è la chiave per garantire la sicurezza e la durabilità delle costruzioni.

Perché la prevenzione del degrado strutturale è importante?

Prevenire il degrado delle strutture è molto importante per:

  • la sicurezza dell’edificio e delle persone, perché si riduce il rischio di cedimenti strutturali, garantendo un ambiente sicuro per il personale operativo e le attività,
  • la durabilità delle strutture, in quanto viene garantita l’estensione della vita utile dell’edificio, riducendo il rischio di predisporre interventi di ristrutturazione in situazioni di emergenza, che risulterebbero costosi,
  • la produttività, perché, in assenza di immediato ripristino, possono esservi serie conseguenze sulla produzione, che potrebbe subire rallentamenti o riduzioni per mettere in sicurezza gli ambienti o effettuare interventi di risanamento strutturale importanti,
  • l’impegno economico, perché la prevenzione del degrado evita il rischio della predisposizione di interventi di manutenzione, ripristino e risanamento strutturale urgenti.

Cause del degrado strutturale

danni cemento armato

Le strutture degli edifici sono costantemente soggette a degrado, a causa di:

  • usura nel tempo, con conseguente indebolimento delle strutture stesse,
  • mancanza di manutenzione, che, se effettuata in maniera regolare, assicurerebbe la prevenzione del degrado strutturale,
  • fattori ambientali, come agenti atmosferici, pioggia, vento, neve, ed esposizione a sostanze chimiche e corrosive che possono danneggiare le strutture.

Strategie per prevenire il degrado strutturale: pianificare la manutenzione conservativa degli impianti industriali in modo efficace

ispezione strutturale

Come abbiamo visto, prevenire il degrado strutturale è fondamentale per la sicurezza e la durabilità delle strutture nel tempo e garantire il corretto funzionamento degli impianti industriali.

Pertanto, è importante stabilire delle strategie per la prevenzione del degrado, che prevedono la corretta pianificazione della manutenzione delle strutture.

Pianificare in maniera corretta la manutenzione degli impianti industriali è fondamentale per ridurre i costi legati alla gestione e alla conservazione delle strutture, minimizzare o eliminare del tutto eventuali tempi di fermo impianto e garantire una maggiore affidabilità e sicurezza degli stabilimenti.

Per pianificare la manutenzione degli impianti industriali in modo efficace è necessario:

  • stabilire gli obiettivi di manutenzione dell’impianto,
  • allineare gli obiettivi di manutenzione con gli obiettivi aziendali complessivi,
  • effettuare un monitoraggio strutturale con ispezioni periodiche regolari e verifiche sullo stato di salute delle strutture, condotte da personale qualificato.
    Le ispezioni periodiche, infatti, svolgono un ruolo cruciale nella prevenzione del degrado strutturale, perché professionisti specializzati eseguono controlli approfonditi su fondazioni, pareti, tetti, solai e altri elementi strutturali, identificando segni di deterioramento, criticità strutturali ed eventuali anomalie in fase precoce, al fine di intervenire prima che si verifichino problemi significativi e danni irreversibili,
  • definire le priorità d’intervento in base al livello di criticità,
  • pianificare la strategia di manutenzione più idonea con la definizione degli obiettivi, la valutazione dei rischi, la progettazione del piano di manutenzione, con il calcolo delle tempistiche. La manutenzione potrà essere di diversi tipi:
    • manutenzione preventiva, che, programmata in anticipo, prevede la predisposizione di interventi protettivi, per prevenire il degrado e non rischiare di imbattersi nella necessità di eseguire interventi più importanti, invasivi e, di conseguenza, costosi, che possono comportare anche un rallentamento della produzione,
    • manutenzione programmata con interventi regolari, stabilita a seguito di ispezioni regolari, che consentono di identificare e risolvere, così, tempestivamente eventuali danni e problemi strutturali rilevati,
    • manutenzione correttiva, con la predisposizione di interventi curativi di risanamento e ripristino delle strutture degradate, emerse dalle ispezioni effettuate. In questo modo, si evita il progredire del degrado,
    • combinare diverse strategie per ottenere un piano di manutenzione ottimale,
  • definire le attività di manutenzione idonee per lo specifico impianto,
  • consolidare le strutture, nei casi di rilievo di anomalie, alterazioni o strutture degradate. In questo modo, le aree deteriorate vengono risanate, così da aumentare la resistenza e la durabilità degli edifici,
  • selezionare e impiegare corretti materiali di ripristino, per assicurare l’integrità strutturale e migliorare le prestazioni nel tempo.
    Solitamente, vengono utilizzate resine epossidiche, malte fibrorinforzate e compositi, ma anche sistemi avanzati e innovativi, come le fibre di carbonio.
    La selezione di materiali resistenti alle aggressioni ambientali e chimiche assicura il prolungamento della vita utile degli impianti,
  • specificare la frequenza e le tempistiche degli interventi,
  • valutare periodicamente il piano di manutenzione, con tracciamento delle attività di manutenzione svolte. Tale documentazione accurata e dettagliata consente di pianificare correttamente eventuali interventi di manutenzione strutturale futuri, e dimostra la conformità delle strutture alle attuali normative di sicurezza,
  • assicurarsi che il piano di manutenzione sia correttamente implementato nelle attività aziendali,
  • affidare le attività di manutenzione a esperti qualificati,
  • collaborare con i professionisti del settore del risanamento strutturale, per migliorare l’efficacia del piano di manutenzione.

La scelta del tipo di manutenzione più idoneo dipende da diversi fattori, come il tipo di strutture dell’impianto, l’età, le criticità, l’ambiente in cui è ubicato, il budget disponibile e le normative attuali di riferimento.

Solitamente, combinare diverse strategie di manutenzione è la scelta più efficace per garantire la sicurezza, l’efficienza e la longevità delle strutture, e, quindi, dello stabilimento stesso.

Una manutenzione regolare si rivela fondamentale per identificare e risolvere i problemi strutturali prima che diventino gravi.

Come prevenire il degrado strutturale

Per prevenire il degrado strutturale è necessario:

  • eseguire la manutenzione protettiva regolare delle facciate, per tutelare e proteggere le strutture dagli agenti atmosferici e dall’usura del tempo,
  • effettuare controlli periodici delle strutture, in modo tale da garantire funzionalità e sicurezza degli impianti,
  • eseguire interventi di consolidamento mirati, per risanare e rinforzare le strutture e ripristinare segni di degrado, quali crepe e fessurazioni,
  • utilizzare materiali idonei e compatibili con le strutture dell’edificio, per ottenere il corretto risanamento e un’appropriata protezione.

A chi rivolgersi per prevenire il degrado e predisporre corretti piani di manutenzione delle strutture?

professionisti manutenzione

La manutenzione degli impianti industriali è un’attività complessa, che richiede competenze tecniche specifiche avanzate.

La scelta dei professionisti a cui rivolgersi è, dunque, fondamentale per garantire interventi efficaci e sicuri.

Per scegliere il professionista giusto, è necessario valutare:

  • l’esperienza del professionista nell’ambito del consolidamento strutturale e la sua conoscenza sulle tecniche più innovative,
  • le competenze specifiche per affrontare il tipo di intervento necessario.

In fase di affidamento del lavoro, è importante:

  • richiedere al professionista una descrizione dettagliata degli interventi di consolidamento strutturale che intende realizzare, specificando le tecniche che saranno utilizzate, i materiali che verranno impiagati e la durata prevista dei lavori,
  • richiedere al professionista un preventivo dettagliato, che includa tutti i costi d’intervento, compreso quelli di progettazione, esecuzione e collaudo,
  • stipulare un contratto completo, che riporti le specifiche di termini e condizioni dell’incarico, i tempi di consegna e le garanzie prestate.

La scelta del professionista giusto è un passo fondamentale per la sicurezza e l’efficacia dell’intervento.

Affidarsi ad un professionista esperto, competente e affidabile, garantisce la qualità del lavoro svolto, il rispetto di standard di sicurezza elevati, l’efficacia dell’intervento e la salvaguardia dell’integrità strutturale degli edifici nel tempo.

Quanto costa la manutenzione di un impianto industriale?

Il costo della manutenzione di un impianto industriale è variabile in base a diversi fattori, come:

  • tipologia dell’impianto. Gli impianti più complessi richiedono una manutenzione più onerosa,
  • dimensioni e complessità dell’impianto. Impianti grandi e complessi richiedono più risorse e tempo per ispezioni, manutenzione e riparazioni,
  • età dell’impianto. Quelli più datati richiedono una manutenzione più complessa e costosa,
  • tipo di manutenzione e frequenza. Le manutenzioni d’urgenza possono essere più onerose rispetto a manutenzioni pianificate preventivamente,
  • materiali utilizzati, che possono essere soggetti più o meno a rapido deterioramento e possono richiedere, di conseguenza, interventi più frequenti e costosi,
  • eventuale rischio di fermo impianto, da tenere in considerazione per calcolare i costi indiretti. Alcuni interventi di manutenzione, infatti, possono richiedere la sospensione di alcune attività produttive, causando delle perdite,
  • normative e conformità, che influiscono sui costi di manutenzione, in quanto gli impianti devono adeguarsi a standard di sicurezza e ambientali, in base ai quali possono richiedere interventi più o meno complessi per essere a norma.

È importante non considerare la manutenzione come una spesa, ma come un investimento necessario per garantire il corretto funzionamento dello stabilimento.

Conclusioni

La prevenzione del degrado strutturale, dunque, è essenziale per assicurare la durabilità e la sicurezza degli edifici industriali.

Tramite la manutenzione e la corretta conservazione delle strutture è possibile ottenere impianti protetti e sicuri.

Si tratta di un processo complesso, che richiede competenze multidisciplinari e la collaborazione di diverse figure professionali.

La scelta degli interventi di manutenzione e consolidamento, infatti, deve essere sempre basata su un’analisi approfondita delle cause del degrado e delle caratteristiche specifiche dell’edificio.

La pianificazione accurata degli interventi di manutenzione o protezione delle strutture, le ispezioni periodiche e gli interventi tempestivi, quando si rende necessario, sono le chiavi per mantenere le strutture in condizioni ottimali.

La conservazione delle strutture è un investimento, che ripaga nel tempo, garantendo la solidità, la sicurezza strutturale e l’efficienza dell’impianto.

Italsave dispone di tutte le figure professionali e qualificate per garantire la prevenzione del degrado strutturale.

Si occupa della verifica e della valutazione dello stato di salute delle strutture, della pianificazione di interventi di manutenzione programmata o, se si necessita, di interventi di consolidamento e ripristino delle strutture degradate, dell’esecuzione degli interventi, mediante utilizzo di tecniche di consolidamento tradizionali o innovative e l’impiego di materiali innovativi per il rinforzo e il ripristino della solidità strutturale.

Inoltre, adegua gli impianti alle normative vigenti in materia di sicurezza e prevenzione dei rischi.


Contattaci per un’analisi delle strutture e valutare la necessità di interventi di manutenzione per prevenire e risanare degradi strutturali »

Hai bisogno di una consulenza qualificata
o di un preventivo per risanare e recuperare le strutture?