Protezione anticorrosiva silos

Verniciatura silos con cicli di rivestimenti anticorrosivi: l’importanza di proteggerli dalla corrosione

I silos, strutture utilizzate in ambito industriale per lo stoccaggio di farine, cereali e prodotti alimentari sia ad uso umano che animale, generalmente sono realizzati in acciaio, vetroresina, lamiere zincate o calcestruzzo armato, ovvero materiali resistenti nel tempo, se correttamente protetti.

Si tratta, infatti, di strutture costantemente soggette a sollecitazioni ambientali, chimiche e atmosferiche. Pertanto, è molto importante tutelarle con trattamenti protettivi anticorrosivi.

Cos’è la corrosione e come avviene

I silos metallici possono manifestare fenomeni di corrosione e deterioramento sulle strutture, provocati dal grado di aggressività dell’ambiente in cui gli impianti sono ubicati.

Spesso, infatti, la corrosione avviene soprattutto a causa dell’esposizione delle strutture all’umidità, all’inquinamento, agli agenti corrosivi e alla salsedine, che innescano reazioni chimiche ed elettrochimiche sulle superfici, provocando danni nel tempo.

Il processo corrosivo delle strutture è irreversibile. Pertanto, se i silos non vengono adeguatamente trattati e protetti, si deteriorano sempre di più.

corrosione silos

Perché i cicli anticorrosivi delle strutture sono importanti?

Nell’ambito dell’edilizia industriale, in particolare, il problema della corrosione delle strutture ha una notevole importanza, in quanto può essere la causa scatenante, che può rendere necessari interventi di manutenzione, con costi significativi da sostenere.

Per tale ragione, non va sottovalutata la scelta dei corretti trattamenti anticorrosivi, che devono garantire un’adeguata e duratura protezione, che produce un allungamento della vita delle strutture.

Un buon trattamento di anticorrosione delle strutture, infatti, consente di limitare gli interventi di manutenzione straordinaria sui silos.

Stabilita la vita utile delle strutture, è possibile definire la durabilità di un adeguato sistema anticorrosivo, ovvero il tempo che va dal primo trattamento di anticorrosione effettuato al primo importante intervento di manutenzione.

Un ciclo anticorrosivo, progettato per ottenere un’importante durabilità, consente di contrastare i fenomeni corrosivi e di distanziare o addirittura, in alcuni casi, di escludere gli interventi di manutenzione straordinaria, ammortizzando, così, i costi diretti e indiretti ad essi legati e i disagi che può subire la parte produttiva dello stabilimento.

Come avviene la progettazione di un ciclo di verniciatura protettiva di anticorrosione

Un adeguato trattamento anticorrosivo viene progettato in base alla corrosività dell’ambiente di esposizione in cui l’impianto è ubicato, seguendo la normativa ISO 12944, che classifica gli ambienti in base al grado di corrosività.

In particolare, sarà necessario adeguare il trattamento a seconda che i silos si trovino in un ambiente rurale, urbano, marino o industriale.

Applicare il corretto rivestimento anticorrosivo sulle superfici ha lo scopo di formare una barriera, che andrà a salvaguardare e proteggere le strutture da tutti quegli eventi che possono provocare il deterioramento delle stesse nel tempo.

Inoltre, un altro fattore molto importante, da definire nella fase progettuale, è lo spessore del rivestimento, in quanto rende i cicli preventivi più duraturi.

Quando è opportuno eseguire un trattamento anticorrosivo?

È importante predisporre i cicli di rivestimenti anticorrosivi come trattamenti di ordinaria manutenzione delle strutture.

Definire, sin dall’inizio, le tempistiche e le modalità di applicazione di idonei cicli protettivi e anticorrosivi su impianti e silos nuovi o in buone condizioni, consente di evitare di dover sostenere costi più onerosi per interventi di consolidamento, ripristino e manutenzione, necessari per recuperare le strutture danneggiate e degradate.

In caso di fenomeni di manifestazioni di alterazioni sulle superfici, quali ruggine, distacchi, danneggiamenti, si rende ancora più necessario predisporre azioni idonee, per ripristinare lo stato strutturale, scegliere il corretto sistema anticorrosivo e definire il piano dei cicli di verniciatura di anticorrosione nel tempo, così da prevenire fenomeni di degrado, che possono richiedere interventi di manutenzione più importanti.

Applicare i corretti rivestimenti protettivi per ottenere la massima durabilità possibile

anticorrosione silos

Come anticipato, i cicli di rivestimenti protettivi vanno progettati in base all’ambiente in cui sono ubicati i silos da trattare, e devono avere specifiche caratteristiche per ottenere strutture correttamente protette.

Per essere affidabile e performante, un ciclo di verniciatura anticorrosione, infatti, deve:

  • aderire perfettamente alle superfici su cui viene applicato,
  • avere un’ottima resistenza chimica, all’umidità e agli agenti atmosferici,
  • avere ottime capacità meccaniche e di reazione all’usura,
  • proteggere correttamente le strutture.

Particolare attenzione va posta alla scelta dei materiali, in quanto devono avere specifiche caratteristiche e devono rispettare le normative europee vigenti.

Con un buon intervento di protezione con verniciatura anticorrosiva, correttamente progettato, i silos potranno funzionare come nuovi.

Italsave, esperta nelle opere di recupero e ripristino dei silos, si occupa della progettazione di rivestimenti protettivi e dispone di tecniche e materiali idonei per la relativa corretta applicazione.

Scopri di più sui trattamenti anticorrosivi di Italsave »

Hai bisogno di una consulenza qualificata
o di un preventivo per risanare e recuperare le strutture?